Ambulatorio di Ematologia

 

 

L’attività ambulatoriale di Ematologia viene svolta dal Dott. Michele Bibas, Specialista Ematologo e Consulente per l’Ematologia dell’INMI “Lazzaro Spallanzani”.

 

Consiste in un colloquio, presa visione delle analisi, visita. In alcuni casi prelievi urgenti

 

Si svolge il martedì, giovedì e venerdì  mattina, previo appuntamento, stanza 11 dell’ambulatorio dalle ore 09,30 alle ore 13,00 mail michele.bibas@inmi.it

 

Informazioni utili per gli utenti.

L'ematologia è quella branca della medicina interna che si occupa dei problemi del sangue e degli organi che compongono il sistema emolinfopoietico ( fegato, milza, linfonodi, timo, tonsille, midollo osseo, intestino). L'ematologo è il medico specialista che studia le cause, la diagnosi, il trattamento, la prognosi e la prevenzione delle malattie del sangue.

Queste possono manifestarsi in moltissime forme differenti, pertanto i medici di medicina generale che abbiano sospettato o diagnosticato una patologia di competenza ematologica nei propri pazienti, o i pazienti stessi che abbiano di queste problematiche troveranno qui indicazioni pratiche per ottenere una consulenza specialistica utilizzando l’ambulatorio istituzionale.

Un percorso semplificato di accesso al servizio viene dedicato ai portatori di malattie ematologiche affetti anche da patologie infettive ( HIV,HCV,HBV,TBC) già seguiti dall’istituto durante i ricoveri ordinari o di Day Hospital.

Il centro fornisce assistenza alla diagnosi ed alla cura di un largo spettro di condizioni, tra le quali:

 Anemia e disordini dei globuli rossi

In queste condizioni, la produzione di globuli rossi o di emoglobina ( che trasporta l’ossigeno nei vari distretti corporei) diminuisce. Vengono incluse le anemia da carenza di ferro, le anemia da malattie croniche infiammatorie, le anemia da carene vitaminiche come la vitamina B12, le talassemie o anemie emolitiche.

Disordini della coagulazione del sangue, emorragie e trombosi

Sono condizioni nelle quali il sangue non coagula correttamente permettendo il sanguinamento o condizioni nella quali i pazienti presentano una aumentata tendenza a formare coaguli o trombi. Queste condizioni includono le Emofilie, le Thrombofilie congenite o acquisite, le sindromi da anticorpi antifosfolipidi.

Disordini dei Globuli Bianchi                                                                                                               Sono condizioni che coinvolgono il numero e la funzione dei vari tipi di globuli bianchi, agenti fondamentali del nostro sistema immunitario nella lotta alle infezioni. Si includono le leucopenie, le neutropenie, le linfocitopenie.

Disordini delle piastrine

Sono condizioni che coinvolgono il numero e la funzione delle piastrine, necessari alla coagulazione del sangue. Sono incluse diminuzioni delle piastrine (piastrinopenie autoimmuni,  porpore trombotiche trombocitopenie,) e l’aumento del numero (piastrinosi).

Disordini mieloproliferativi cronici

Sono disordini del midollo osseo nei quali vengono prodotte troppe cellule del sangue. Comprendono la poliglobulie e la policitemia vera , la trombocitemia, la leucemia mieloide cronica, la mielofibrosi primitiva.

Disordini Linfoproliferativi cronici                                                                                                   Sono disordini dei linfociti nei quali vengono prodotte cellule linfatiche malate ed in numero aumentato, tali cellule possono accumularsi, nel sangue (leucemie linfatiche croniche) o negli organi linfatici come Milza o linfonodi (linfomi).  

Disfunzioni produttive del Midollo Osseo

Condizioni che determinano una mancata o insufficiente produzione di cellule del sangue per incapacità patologica del midollo osseo. Si includono le anemie plastiche, le mielodisplasie, l’emoglobinuria parossistica notturna.   

Disordini delle plasmacellule e della Formazione degli anticorpi

Queste condizioni coinvolgono cellule chiamate plasmacellule. Sono incluse le Gammopatie monoclonali di incerto significato MGUS ( presenza di un picco monoclonale nel tracciato elettroforetico), le crioglobulinemie, l’amiloidosi.

Disordini del metabolismo del ferro con accumulo

In queste patologie il ferro si accumula per motivi infiammatori o genetici provocando danni ad organi vitali come cuore e fegato. Emocromatosi e Porfirie.



facebook twitter youtube
Webmaster: Valerio Volpi