U.O.C. Rianimazione, Terapia Intensiva

e Sub - Intensiva

L’Unità Operativa Complessa di Rianimazione, Terapia Intensiva e Sub-intensiva rappresenta luogo avanzato di cure intensive per pazienti infettivi, contagiosi e/o immunocompromessi, con una o più insufficienze d’organo. Il reparto garantisce adeguati livelli di isolamento mediante strutture architettoniche e sistemi di filtrazione e ventilazione forzati a pressioni positive o negative. La UOC è stata inaugurata il 1. dicembre 2007 ed ha effettuato finora 250 ricoveri. Il Centro di Rianimazione svolge un lavoro d’equìpe al quale concorrono diversi specialisti (infettivologi, chirurghi, cardiologi etc.) ed è impegnato nella ricerca clinica nelle malattie infettive gravi, nella sepsi, nelle infezioni ospedaliere severe (polmoniti da ventilatore, sepsi da germi multiresistenti, infezioni postoperatorie) e nel campo della terapia intensiva nei trapianti d’organo solido.

I letti dedicati alla Rianimazione sono attualmente quattro, tutti situati in stanze singole dotate di zona filtro e di un sistema di ventilazione forzata con filtri HEPA. Tutte le stanze di ricovero possono essere mantenute in pressione negativa o positiva a seconda delle necessità: questo le rende adatte al ricovero di pazienti infettivi o immunocompromessi, compresi i pazienti sottoposti a trapianto di organo solido. Ogni letto dispone di ventilatore artificiale adatto per tecniche di ventilazione invasiva o non-invasiva, di monitoraggio emodinamico e di sistemi di infusione controllata per ottimizzare le terapie di supporto cardiocircolatorio. La sezione dedicata alla terapia sub-intensiva dispone attualmente di quattro posti-letto in quattro stanze che possono accogliere anche due letti in caso di necessità. Questa sezione dispone di monitoraggio dei segni vitali ed, eventualmente, anche della possibilità di ventilazione non-invasiva o invasiva. Anche le stanze della terapia sub-intensiva dispongono di zona filtro, di ventilazione forzata con filtri HEPA e possibilità di mantenimento di pressione negativa o positiva a seconda delle necessità. I pazienti che vengono ricoverati in questa sezione sono quelli infettivi con potenziali insufficienze d’organo i quali devono essere sottoposti a monitoraggio continuo dei parametri vitali con stretto controllo clinico. In terapia sub-intensiva vengono ricoverati inoltre i pazienti chirurgici che hanno bisogno di controllo postoperatorio.

La UOC fornisce anche l’assistenza anestesiologica al Polo Ospedaliero Interaziendale Trapianti “Silvio Natoli” (POIT) per le esigenze della chirurgia generale e dei trapianti assicurando l’operatività del dipartimento interaziendale (INMI “L.Spallanzani”- A.O. S.Camillo-Forlanini).

Il servizio contribuisce inoltre allo studio pre-operatorio dei candidati ai trapianti di fegato, rene e pancreas garantendo le necessarie interazioni con la divisione chirurgica e quelle infettivologiche per l’ottimale selezione e preparazione dei pazienti.

Direttore:
Dott. Mario Antonini
Dirigenti Medici:
Dott.ssa Donatella Busso
Dott.ssa Ilaria Caravella
Dott.ssa Maria Teresa Cirasa
Dott.ssa Cristina Dantimi
Dott. Matteo Fusetti
Dott. Gabriele Garotto
Dott. Filippo Giansante
Dott.ssa Luisa Marchioni
Dott.ssa Di Lorenzo Rachele Ilaria
Dott.ssa Micaela Maritti
Dott.ssa Silvana Scarcia D'Aprano
Dott.ssa Giulia Valeria Stazi
Dott.ssa Loretta Tessitore
 
Caposala: Sig.ra Gemma Parri    tel. n° +39 06.55170450
 
Numeri telefonici:
Reparto:  tel. n° +39 06.55170424-449
Fax:               n° +39 06.55170478

 

 

 


facebook twitter youtube
Webmaster: Valerio Volpi