Notte europea dei ricercatori 2017

Contro un nemico invisibile

Il titolo della notte europea dei ricercatori 2017 dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma prende il nome dall'omonimo libro del famoso storico dell’economia Carlo Maria Cipolla, che partendo dalle epidemie nell’Italia del rinascimento, con gravi conseguenze umane ed economiche, spiega come l’Italia fu in grado di definire le basi dell'organizzazione sanitaria moderna.
Il nemico invisibile è strettamente connesso alla storia di Lazzaro Spallanzani, con i suoi esperimenti iniziati nella primavera del 1761, riuscì per primo a confutare la teoria, allora di gran moda, della generazione spontanea di microscopici animaletti detti infusori.
Infatti con i suoi esperimenti Spallanzani dimostrò infondatezza della teoria della generazione spontanea e che la presenza degli infusori dipendeva solo dai germi circolanti nell'atmosfera. Con questo definì i principi della sterilizzazione, poi sviluppata da Louis Pasteur un secolo dopo che fu trai primi a comprendere il lavoro di Spallanzani.
Per questo è considerato un precursore della moderna biologia sperimentale ed il primo microbiologo della storia.
Oggi le conoscenze dell’infinitamente piccolo sono enormemente aumentate e sono diventate disponibili tecnologie che permettono di studiare i microrganismi ed i sistemi che utilizzano per determinare le malattie, i meccanismi di difesa dell’organismo e sono disponibili potenti farmaci antinfettivi e sistemi di protezione degli operatori sanitari e della comunità.
Su queste orme l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma con l’impegno quotidiano di chi ci lavora gestisce le patologie infettive e dopo oltre 250 anni con lo stesso spirito di Lazzaro Spallanzani studia mezzi e tecniche nove per prevenire, diagnosticare e curare sempre meglio tali malattie.

I laboratori dell’Istituto rimarranno aperti con 6 diversi percorsi:
1.  Scovare un nemico invisibile - Concetta Castilletti;
2.  Le cellule che mangiano se stesse - Mauro Piacentini;
3.  Come parlano le cellule tra loro - Marco Tripodi;
4.  L’inseguimento del mal sottile - Delia Goletti;
5.  L’esercito dentro di noi contro le infezioni - Chiara Agrati;
6.  Viaggio al centro dell’epidemia di Ebola - Silvia Meschi;

Ogni percorso sarà preceduto da una breve introduzione del coordinatore seguita da dimostrazioni pratiche che verranno ripetute diverse volte in maniera da consentire ai partecipanti di osservare ed ascoltare le parti più interessanti dei diversi percorsi. Il percorso sarà interattivo: ogni partecipante sarà attore del processo di apprendimento.

Percorso 1 "Scovare un nemico invisibile" Concetta Castilletti

Evidenziamo la presenza del virus: Isolamento virale: osservazione di colture cellulari e differenti effetti citopatici. Rilevazione dell’acido nucleico con varie tecniche di PCR, dal metodo classico alla realtime con visualizzazione dei risultati, ed un accenno al sequenziamento per la caratterizzazione molecolare. Eleonora Lalle, Fabrizio Carletti Durata: 20 minuti Usiamo gli anticorpi come spie: Visualizzazione al microscopio sia in campo chiaro di una piastra di sieroneutralizzazione sia in fluorescenza di preparati su vetrino. Licia Bordi, Claudia Caglioti. Durata: 20 minuti

Percorso 2 “Le cellule che mangiano se stesse per contrastare le infezioni” Mauro Piacentini

Apoptosi o autofagia: morire o sopravvivere in condizioni di pericolo. Sistemi di degradazione dentro la cellula. M. Antonioli Durata: 15 minuti Come sopravvivere dentro le cellule. L’autofagia in macrofagi infettati con Micobatterio della tubercolosi. Alesssandra Romagnoli Durata: 15 minuti I livelli di autofagia sono importanti nelle infezioni. Descrizione dell’autofagia in cellule infettate con HIV. Roberta Nardacci , Laura Falasca Durata: 15 minuti Come le infezioni modificano le proteine della cellula ospite. Metodi di analisi delle proteine in cellule infettate. Fabiola Ciccosanti Durata: 15 minuti

Percorso 3 “Come parlano le cellule tra loro” Marco Tripodi

Catturare dal sangue le vescicole che permettono di parlare (esosomi). Dimostrazione di una purificazione di esosomi con l’utilizzo di colonna ad esclusione molecolare. Laura Santangelo - Claudia Montaldo Durata complessiva: 15 minuti Identificare le vescicole marcandole. Separazione proteine da lisato di esosomi e dimostrazione della tecnica Western Blotting per l’ identificazione dei marcatori specifici. Laura Santangelo - Claudia Montaldo Durata complessiva : 15 minuti

 

 

Percorso 4 “L inseguimento del mal sottile” Delia Goletti, Antonino Di Caro

Diagnosi tradizionale della tubercolosi come si fa la diagnosi tubercolosi: Colorazione di Ziehl-Neelsen. Test immunologici. Colture dei micobatteri. Teresa Chiacchio, Valentina Vanini, Silvia D‘Arezzo, Gilda Cuzzi, Tonino Alonzi Nuovi approcci sperimentali. Verranno dati elementi per informare i partecipanti su nuovi metodi sperimentali basati su test immuno-enzimatici e di citofluorimetria. Elisa Petruccioli, Linda Petrone, Carla Nisii.

Percorso 5 “L’esercito dentro di noi contro le infezioni” Chiara Agrati

Le cellule del nostro sangue: coloriamole e vediamole al microscopio Le diverse cellule del sangue e le loro funzioni. Esecuzione della colorazione con Giemsa e osservazione al microscopio ottico per distinguere linfociti, monociti, polimorfonucleati. Eleonora Cimini, Veronica Bordoni, Stefania Notari Durata: 30 minuti Le cellule del nostro sangue, come studiarle?: le cellule che si illuminano Descrizione dei sistemi di citofluorimetria, marcatura di cellule fissate e acquisizione al citofluorimetro. Alessandra Sacchi, Rita Casetti Durata: 30 minuti

Percorso 6 “Viaggio al centro dell’epidemia di Ebola” Silvia Meschi

Introduzione: Quando, dove, che cosa e perché Durata: 5 minuti Prepararsi per essere pronti: il laboratorio in una valigia La pianificazione di un laboratorio per l’imprevisto: utilità di un laboratorio mobile Antonino Di Caro, Francesco Vairo Durata: 20 minuti Il coraggio di partire: storie di viaggio La preparazione logistica, fisica e psicologica Organizzazione di un laboratorio da campo: esperienze in Guinea, Liberia e Sierra Leone Antonio Mazzarelli, Angela Cannas, Germana Grassi Durata: 15 minuti Fare diagnosi sul campo lavorando in una cabina. Osservare come si lavora in una cabina di massimo biocontenimento. Trasporto dei campioni biologici in sicurezza, vestizione, inattivazione dell’infettività dei campioni biologici, test rapido per malaria. Francesca Colavita, Claudia Minosse, Roberta Chiappini, Carolina Venditti Durata: 30 minuti

 

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto finanziato dall’Unione Europea e coordinato da Frascati Scienza

L’appuntamento è alle ore 19 all’ingresso dell’ Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, in via Portuense, 292. Per informazioni contattare: Alessia Perillo al n.06-55170926 , e-mail: formazione@inmi.it - BROCHURE EVENTO


facebook twitter youtube
Webmaster: Valerio Volpi