Uniti si vince, premio SHAM-Federsanità ANCI

 

 

"Uniti si vince" - Con il progetto "Utilizzo delle siringhe di lavaggio pre-riempite con soluzione fisiologica nel ridurre l'incidenza di complicanze nella gestione dei cateteri venosi periferici", l'Istituto Spallanzani ha vinto il Premio Sham - Federsanità ANCI “Prevenzione dei rischi 2017”, consegnato nell’ambito del 12° Forum Risk Management in Sanità di Firenze.

Il progetto di ricerca, approvato dalla Direzione Sanitaria Aziendale e dal Comitato Etico dell'INMI è stato coordinato da Gabriella De Carli e Alessandra Marani dell'UOC Epidemiologia delle infezioni emergenti e riemergenti e CRAIDS in collaborazione con il Servizio di Prevenzione e Protezione e Risk Management. Il progetto, con il supporto della Formazione, si è avvalso della partecipazione della Farmacia, del Servizio di Assistenza Infermieristica e dei medici ed infermieri dei reparti.

Il progetto ha coinvolto gli operatori innovando e migliorando la procedura per il lavaggio e la chiusura dei cateteri venosi periferici, da cui spesso originano eventi avversi correlati come infezioni e flebiti, determinando una maggiore sicurezza delle cure per i pazienti. Inoltre, la procedura istituita, eliminando un passaggio manuale, ha consentito la riduzione degli eventi avversi fino a quel momento registrati per quanto riguarda la sicurezza degli operatori sanitari.

Il premio Sham sarà utilizzato per lo sviluppo di attività di prevenzione dei rischi legati ai CVP estendendole ai CVC, inclusi PICC, organizzando la partecipazione di operatori dell’Istituto a corsi di formazione sul tema, proseguendo il processo di miglioramento intrapreso.

Il progetto ha portato alla creazione di un gruppo di lavoro multidisciplinare che ha collaborato per raggiungere questo risultato, con la partecipazione di tanti professionisti e servizi che sono stati mostrati fra “i volti degli operatori sanitari che sono stati protagonisti dei progetti candidati” nel corso della premiazione. Come dice il motto dell’Istituto “Multa corda, una causa”!
 


facebook twitter youtube
Webmaster: Valerio Volpi