Un autografo per sostenere la ricerca

 

AIUTA L'ISTITUTO NAZIONALE DELLE MALATTIE INFETTIVE "LAZZARO SPALLANZANI" NELLA LOTTA CONTRO L'HIV/AIDS E LE NUOVE MALATTIE INFETTIVE, QUALI QUALI EBOLA, SARS ED INFLUENZA AVIARIA

Con il 5 per mille, basta una firma nella dichiarazione dei redditi

 

Da oggi c’è una nuova opportunità per sostenere l’Istituto Nazionale Malattie Infettive I.N.M.I. “Lazzaro Spallanzani”  e la ricerca scientifica sulle malattie infettive.
Un modo veloce, sicuro e che non costa nulla: il 5 per mille.

Che cos’è il 5 per mille?
La legge Finanziaria 296/06 ha introdotto un nuovo meccanismo, che offre la possibilità, a partire già dalla prossima dichiarazione dei redditi, di destinare il 5 per mille delle “tue” tasse al sostegno di cause importanti, come il finanziamento della ricerca scientifica.

Il 5 per mille è un’iniziativa che non si pone in alternativa alla scelta di destinazione dell’8 per mille: entrambe le opzioni possono essere espresse.

Per saperne di più leggi il testo della norma sulla pagina web: www.agenzia delle entrate.it

Come si fa per aiutare l
’Istituto Nazionale Malattie Infettive I.N.M.I. “L. Spallanzani”?
Per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie infettive è sufficiente compiere due semplici operazioni al momento della compilazione del modello integrativo CUD 2015, del modello Unico Redditi Persone Fisiche o del Modello 730/2016.

Firmare nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e delle Università nello spazio dedicato alla scelta per la destinazione del cinque per mille sulla dichiarazione dei redditi ed inserire il codice fiscale dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive I.N.M.I. “L. Spallanzani”:  05080991002

 

 


facebook twitter youtube
Webmaster: Valerio Volpi