Indirizzo: Via Portuense, 292 - Roma     Telefono: +39 06.55170.1     P.IVA: 05080991002

La dr.ssa Delia Goletti è la nuova direttrice dell’UOC del laboratorio di ricerca traslazionale

Comunicati stampa    0 Commenti     2/02/2024

COMUNICATO STAMPA

1 FEBBRAIO 2024

DELIA GOLETTI NUOVA DIRETTRICE DELL’UOC LABORATORIO DI RICERCA TRASLAZIONALE

 

La dr.ssa Delia Goletti è la nuova direttrice dell’UOC del laboratorio di ricerca traslazionale. Formatasi scientificamente negli Stati Uniti sotto la guida del dr Antony Fauci, dopo aver lavorato presso l’Istituto Superiore Sanità, dal 1999 è in forza all’INMI Spallanzani dove svolge attività clinico-assistenziale presso l’ambulatorio presa in carico delle Malattie Infettive Respiratorie diretto dal dr. Fabrizio Palmieri e dove svolge attività di ricerca all’interno del Laboratorio di Ricerca Traslazionale.

Collabora con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e la European Respiratory Society (ERS) per l’eliminazione della tubercolosi. Vanta numerose collaborazioni internazionali con altri istituti di ricerca in Europa, India, Singapore, Africa, America del Sud, Stati Uniti. Inoltre è nella lista dei “Top Italian Scientists” dal 2014 e delle “Top Italian Women Scientists” dal 2019 ed è tra gli esperti più citati al mondo per l’infezione tubercolare latente,  in ambito europeo per le terapie contro COVID-19 e in ambito italiano per l’echinococcosi cistica.

Così la dr.ssa Goletti: “È con grande piacere che apprendo questa nomina. L’obiettivo dell’UOC è promuovere il trasferimento dei risultati della ricerca di laboratorio all’attività clinica per migliorare la diagnosi e la cura delle malattie infettive attraverso strumenti che permettano una medicina di precisione. Si coordinano studi sulla immunopatogenesi delle malattie infettive come quelle causate da SARS-CoV-2, M. tuberculosis, Echinococcus granulosus. Questi studi fungono da volano per l’identificazione di biomarcatori di infezione e malattia e per proporre nuove terapie dirette all’ospite. Ringrazio tutti i componenti del laboratorio per il lungo e fruttuoso cammino fatto insieme con passione e impegno e ringrazio le direzioni dell’INMI Spallanzani per la fiducia e il supporto che mi hanno aiutato a crescere durante questi anni”.

Torna all'inizio dei contenuti