Indirizzo: Via Portuense, 292     Telefono: +39 06.55170.1    

Seresmi

Servizio Regionale per l’Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive

Report_CPE_2015-2018

Malattie prevenibili da vaccino. Lazio 2005-2017

Nuove diagnosi di infezione da HIV. Lazio 2005_2017

Report HIV AIDS 1985-2017

Report_Morbillo_2017

Salmonellosi Lazio 2005-2017

Tubercolosi. Lazio 2005-2017

 

Sorveglianza Sindromica

 

SORVEGLIANZA SINDROMICA

La sorveglianza sindromica è una raccolta, analisi e interpretazione sistematica delle informazioni su sintomi e segni durante le prime fasi della malattia. In pratica, la sorveglianza sindromica può essere utilizzata come un sistema che raccoglie dati surrogati che indicano stati di malattia nelle persone che si recano presso strutture mediche come il Pronto soccorso. Segni, sintomi e diagnosi sintomi vengono raggruppati in specifiche sindromi che vengono regolarmente monitorate a livello regionale.

I sistemi di sorveglianza sindromica sono caratterizzati da bassa specificità e alta sensibilità rispetto alla sorveglianza passiva e possono essere utilizzati per integrare i sistemi di sorveglianza convenzionali nella identificazione precoce di eventi epidemici, in particolare in particolare in situazioni di aumentato rischio (eventi di massa, etc).

Nella Regione Lazio, il Sistema Informativo di Pronto Soccorso (GIPSE) è diffuso sulla quasi totalità dei Pronto Soccorso\DEA. Il sistema, tra l’altro, raccoglie segni, sintomi e diagnosi per ogni accesso utilizzando codici del ICD -IX-CM. Il sistema di sorveglianza sindromica monitora le sindromi definite come la presenza di 1 o più codici ICD-IX-CM osservati nell’ED per rilevare potenziali cluster di malattie. Attraverso il calcolo di una media mobile dei dati storici, per ciascuna sindrome i dati osservati vengono confrontati con i dati attesi e con due soglie (intervallo di confidenza) di allerta, utilizzando una distribuzione di Poisson; l’allerta viene lanciata automaticamente quando i dati osservati non rientrano all’interno delle soglie.

Tale sistema di sorveglianza si avvale della preziosa collaborazione del Servizio di riferimento regionale di epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (SEREMI)  che settimanalmente analizza i dati ed invia i risultati al SERESMI che provvede all’interpretazione dei dati ed alla gestione delle allerte.

Servizio Regionale per Epidemiologia, Sorveglianza e Controllo delle Malattie Infettive (SERESMI)

Dipartimento Di Epidemiologia, Ricerca Preclinica E Diagnostica Avanzata

UOC Infezioni Emergenti e Riemergenti e Centro di Riferimento Aids

Direttore: Dr. Vincenzo Puro

UOS SERESMI

Responsabile: Dr. Paola Scognamiglio

Responsabile della Sorveglianza Sindromica: Dr. Francesco Vairo

in collaborazione con

il Servizio di riferimento regionale di epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (SEREMI) – Regione Piemonte.

Responsabile: Dr. Chiara Pasqualini

Statistico: Carlo Di Pietrantonj

 

Sorveglianza Sindromica Settimane I-IV 2019

Sorveglianza sindromica settimane V-VIII 2019

Torna all'inizio dei contenuti